Da Vittorio a Bagnasco (CN). Alla riscoperta di un Piemonte che piace.

IMG_3642

Passano gli anni, passano per tutti. Passano anche per il Vetriolo Senior, mio padre, che in assolato giorno di fine Luglio decide di portare me, La Moglie, il Mostrillo e la Vetriolo’s Mom a pranzo fuori per festeggiare il suo compleanno. E raramente ci sono state decisioni più corrette visto il posto che ci ha fatto scoprire, il cibo che abbiamo mangiato, la soddisfazione del Mostrillo che ha ricevuto dei giochini con cui passare il tempo a tavola (oltre ad assaggiare QUALUNQUE COSA!!!)…insomma, scelta TOP.

Da Vittorio a Bagnasco è il ristorante che non ti aspetti: in un paesino molto tranquillo che viene attraversato per lungo dalla SS 28, si trova quello che da fuori è un classico palazzotto sobrio, ma che racchiude al suo interno delle vere e proprie meraviglie gastronomiche.
Gestione famigliare e cucina legata alla tradizione, resa contemporanea dalla bravura del padrone di casa, fanno da meraviglioso accompagnamento ad una cantina di tutto rispetto. E la moglie dello Chef, insieme al figlio, riempie la sala di cortesia e ottimo modo di fare.

Ma cominciamo a parlare di cibo e vino. Pronti via, ci spariamo un ottimo Nebbiolo Vietti del 2015, che ci accompagna per tutto il pranzo.
IMG_3632
Poi, prima sorpresa: non capita ad ogni pranzo fuori in ristoranti e trattorie fuori dai circuiti stellati che si riceva un benvenuto dalla cucina. Certo, si trattava di una scelta semplice, ma veramente gradita, fresca e ben condita: insalatina di riso con un rametto di finocchietto selvatico (che sembra una cosa da poco, ma ci stava DA DIO).
IMG_3631
Stomaco spalancato dalla fame, si procede con la scelta degli antipasti. Qui il colpo gobbo lo gioca La Moglie, ma devo fare chiarezza. Infatti, la sciura si è sparata l’antipasto misto, ossia una successione dei 5 antipasti che erano previsti in carta. Prima di elencarli, faccio un piccolo appunto: sarebbe bene, considerato che non si tratta di un piatto con 5 assaggi ma di 5 piatti che arrivano cadenzati dalla cucina, di avvertire il resto del tavolo (che magari, come per noi, sceglie un solo antipasto a testa) che ci sarà da attendere un tantino per arrivare alla fine.
Ad ogni modo, tutto super ed ecco le nostre scelte.

  • Io: Tartare di Manzo con Condimento Nuovo
  • Vetriolo Senior: Tartare di Manzo con Condimento Classico (la differenza principale è la senape, assente in questo e presente nel mio, entrambi splendidamente realizzati).
  • Vetriolo Senior: altra Tartare di Manzo con Condimento Classico. Si, dopo qualche mese di dieta mio padre non è rimasto a guardare e mentre aspettava la fine degli antipasti de La Moglie, ha bissato.
  • Vetriolo Senior: Uovo strapazzato con Tartufo nero di Scagnello (si, aveva decisamente fame e ci ha piazzato anche questo colpo, senza vergogna alcuna).
  • Vetriolo’s Mom: Lumache Fritte con subric di Patate (buonissime, anche se ERANO UN SECONDO e mia madre ha deciso di giocare duro…e io non ho nemmeno fatto in tempo a fotografare il piatto)
  • La Moglie: appunto, 5 antipasti in sequenza. Precisamente: Bresaola di Capriolo con insalatina, grana e mirtilli – Magatello di Vitello al punto rosa con salsa tonnata -Crepes ai funghi porcini – Uova strapazzate con Tartufo nero di Scagnello – Tortino di patate di Garbenna e funghi con fonduta e Tartufo nero di Scagnello.

E mica ci siamo fermati, sia mai (anche perchè io, nell’attesa avevo la salivazione a livello brontosauresco). Vai di primi, e qui ha partecipato anche Il Mostrillo che, nel frattempo, comunque, aveva assaggiato quasi tutto (INCLUSO IL TARTUFO…e gli è pure piaciuto, sono rovinato).

  • Io, Vetriolo Senior e Vetriolo’s Mom: Tajarin con Tartufo nero di Scagnello (non so se si è capito, ma alla mia famiglia il tartufo piace e questo di Scagnello è SPECIALE, oltre al fatto che ce ne hanno messo una montagna!).
  • La Moglie: Gnocchi di patate al Castelmagno e pistacchi croccanti.
  • Il Mostrillo: Ravioloni di erbette selvatiche e Sairass. Ho provato ad avvicinarmi per fotografare anche i suoi ravioloni ma mi ha ringhiato e ho desistito, Il Mostrillo aveva decisamente fame e, quando è così, semplicemente, non bisogna rompergli le gonadi e bisogna lasciarlo mangiare felice come lui solo sa.

TUTTI SPETTACOLARI, ed eccoli prima che ce li scofanassimo senza pietà alcuna:

Siamo poi passati a dolce e caffè, saltando i secondi visto che eravano perfettamente pieni e felici. Solo La Moglie ha preso il Dessert della casa, una buonissima Panna Cotta ai Mirtilli freschi, mentre noi altri 3 adulti siamo andati di caffè come se non ci fosse un domani.

IMG_3646

Metteteci qualche bottiglia di Acqua frizzante e capirete da soli, per tutto quello che ci siamo scofanati e bevuti che 150 € sono un prezzo più che equo. Ben spesi, direi io.
Se vi capita di passare da Bagnasco (magari per recarvi a visitare il paese più bello del mondo, almeno per le guide di una volta e per me, ossia Garessio, poco distante), fate un giretto nel centro storico e dopo pranzate (o cenate) ASSOLUTAMENTE da Vittorio!!!!!

Ristorante Da Vittorio
Via Nazionale, 48,
12071 Bagnasco CN
Telefono: 0174 76239

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...