Gnocchi al pomodoro con stracciatella di burrata. Doppia libidine coi fiocchi (cit.)

gnocchi al pomodoro con stracciatella di burrata

Ingredienti per 2 persone
Gnocchi di patate 600 g.
Pomodori Datterini 600 g.
Aglio 1 spicchio
Basilico fresco q.b.
Olio EVO di quello buono q.b.
Paprika dolce in polvere (ne sono dipendente) q.b.
Curcuma in polvere (idem) q.b.
Stracciatella di burrata 250 g.
Peperoncino in polvere q.b.

Preparazione
Lo so, è una roba già vista, trita e ritrita. Abbinare la burrata o il suo interno più godereccio a primi piatti e non solo, è ormai una roba più che inflazionata. Ma me ne batto il belino, rispondendo educatamente a me stesso e a chiunque possa addurre la motivazione di cui sopra come paletto ostacolativo della ricetta. E’ buona, buona oltre misura, sta roba qui, quindi va fatta e rifatta ogni volta che l’umore lo richieda (si, è considerabile un rimedio fitoterapico a un po’ tutto, fa bene mangiare questo piatto, sappiatelo).

Iniziamo col sugo, è facile, basta poco e si può fare con grande rapidità. Scaldate un po’ di olio buono in una casseruola, mettendoci sin da subito un bello spicchio d’aglio e paprika e curcuma a donare i loro olii essenziali. Prima che l’aglio dori irrimediabilmente, aggiungete i pomodori spaccati a metà. Lasciate cuocere a fiamma bassa premendo i pomodorini in modo che rilascino i succhi. Dopo un quarto d’ora circa, fate passare il tutto al passaverdure (si può usare anche il frullatore a immersione, ma secondo me incorporate troppa aria) e filtrate per evitare che pezzetti di buccia di pomodoro vengano a infastidirvi mentre sarete devotamente seduti a mangiare il piatto che state preparando.
Altri dieci minuti di cottura, fino a consistenza richiesta (un bel sughetto denso) e aggiustate di sale e pepe.

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli, fategli fare un bel giro nella pentola del sugo e servite.
Direttamente nel piatto di portata, aggiungete due bei cucchiai di stracciatella di burrata opportunamente lavorata con una frustina di metallo, per evitare che rimanga troppo filamentosa una volta scaldata dalla temperatura degli gnocchi.
E poi mi dite. Secondo me, è da urlo, pur nella sua infinita semplicità.

P.S.: si, potete usare salsa di datterini già pronta, ce ne sono di squisite sul mercato di riferimento.
P.P.S.: se non trovate la stracciatella, potete aprire una burrata e ricavarne l’interno, mangiandovi la parte esterna, mozzarellosa, a parte (che è comunque una bontà)!!

 

 

Un pensiero su “Gnocchi al pomodoro con stracciatella di burrata. Doppia libidine coi fiocchi (cit.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...